I Duije Menecmi

Pubblicato da staff teatro il 03/05/2016ultimo aggiornamento il 03/05/2016

I Duije Menecmi
Sabato, 7 Maggio, alle ore 21 la compagnia "La Ribalta" ripropone "I Duije Menecmi", una commedia degli equivoci, che fa leva sui paradossi, su battute a volte volgari ma che sanno sempre strappare il riso tra caricature e personaggi macchiettistici. I protagonisti sono due gemelli: Menecmo e Menecmo (i due hanno lo stesso nome!). il primo è uno stimato avvocato napoletano che con la complicità del suo compagno-schiavo liberato Spazzola, ama tradire la propria moglie Dorippide, sostenuta nel suo dolore dalla devota schiava, con l’avvenente Erozia, una meritrice che ha a suo seguito Fisicle e Cilindro, un cuoco dalla “spiccata” personalità. L’altro Menecmo invece è più rozzo, meno educato, giunto con il suo servo Messenio alla ricerca della sua famiglia per una vita più agiata.
La versione della Mustaro pone l’attenzione sul ruolo dei servi e dei padroni, sottolineando il rovesciamento dei ruoli tradizionali. I servi sono “artefici della sorte dei padroni”: Spazzola rivela a Dorippide gli inganni d’amore di Menecmo, Messenio è un buon consigliere e ricorda al padrone rozzo, con grande saggezza, di non lasciarsi ingannare dalle donne. Un finale completamente riadattato e modificato rispetto all’idea originaria, è lasciato appunto alla parola dei due servi che riconosceranno il proprio padrone dal diverso modo con il quale i due si rivolgono ai propri servi. Nella commedia plautina infatti il servo assume un ruolo strutturale, diviene l’eroe che prepara l’inganno, mentre il padrone è ridotto al ruolo di aiutante della beffa. Uno stravolgimento sociale che denota una sottile e ironica morale.

 

Per info e Prenotazioni: 089.2961812 - 329.2167636

Condividi

Lascia un commento